Senior Web designer freelance

WordPress bloccato in manutenzione (maintenance mode wordpress): come risolvere

come risolvere l'errore briefly unavaiable for scheduled maintenance.
In questo articolo di spiego come sbloccare il messaggio di manutenzione che spesso appare dopo aver effettuato gli aggiornamenti dei plugins di wordpress

Come sicuramente sai il tuo sito web ha bisogno di continui aggiornamenti e la funzione di aggiornamento racchiude in se diversi rischi dovuti ad eventuali conflitti tra plugins.

Può capitare però che dopo aver effettuato gli aggiornamenti, appaia il seguente messaggio: “Briefly unavailable for scheduled maintenance. Check back in a minute“.

Questo messaggio ti avverte che il sito è in modalità manutenzione.

Maintenance mode wordpress error

Il seguente avviso appare quando si stanno effettuando gli aggiornamenti e nel mentre si sta visitando il sito web. Il messaggio dovrebbe sparire al termine, quando il ciclo di manutenzione sarà terminato ma può capitare che la schermata di manutenzione rimanga senza andare via.

WordPress bloccato in modalità manutenzione: come sbloccare

Come eliminare il maintenance mode di WordPress

Come elimare il messaggio di maintenance mode e tornare a visualizzare correttamente il proprio sito web?

Per prima cosa mantieni la calma, il tuo sito web è al sicuro, si è solo bloccato un meccanismo che è possibile sbloccare in pochissimi minuti.

sei interessato al mondo del web design?

Iscriviti subito alla Newsletter!

Tutti gli iscritti alla mia newsletter riceveranno il mio nuovissimo ebook!

L’articolo continua dopo il form newsletter

ti interessa il web design?

Iscriviti subito alla Newsletter!

Per sbloccare la situazione è opportuno avere gli accessi ftp.

Puoi accedere ai files del tuo sito web tramite un software ftp (ad esempio Filezilla) o tramite CPanel.

Accedi via ftp al tuo sito web

Cerca il file .maintenance

Rinomina il file

Salva

Torna sul sito e aggiorna la pagina, il tuo sito è già tornato online e perfettamente funzionante.

condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *