Senior Web designer freelance

Scelta font: come scegliere i font per il proprio sito web

come scegliere un font per un sito web
Parliamo di font e di quanto sono importanti per la buona riuscita di un sito web. Che tipi di font esistono? Cosa tenere in considerazione nella scelta del font?

La scelta del font destinato ad un sito web è un aspetto davvero importante che non deve essere sottovalutato.

Il font scelto può migliorare l’estetica del sito e la sua leggibilità (migliorando quindi l’accessibilità), rendendolo più invitante e facile da leggere.

In questo articolo voglio elencarti alcuni dei fattori da considerare quando si sceglie un font per il proprio sito web.

Font serif e font sans serif

esempio di font serif

Font serif

I font serif sono un tipo di carattere che presenta piccole linee o tratti aggiuntivi, chiamati “serif”, alla fine delle steli delle lettere. Questi tratti danno al font un aspetto più formale e tradizionale rispetto ai font senza serif.

Questo tiopo di fonts sono stati usati storicamente per la stampa di libri e giornali, poiché la loro leggibilità è stata dimostrata per lunghi periodi di lettura, poiché i serifs aiutano gli occhi a scorrere più facilmente da una lettera all’altra.

Generalmente vengono considerati più adatti per i testi lunghi e formali, come libri, giornali, riviste e documenti ufficiali. Tuttavia, i font serif possono essere utilizzati anche per altri scopi, come loghi, titoli e testi brevi.

Alcuni esempi di font serif includono Times New Roman, Georgia, Baskerville, Garamond e Century Schoolbook. Ciascuno di questi ha il proprio stile unico e può essere utilizzato per creare diversi effetti e sensazioni di lettura.

I font serif sono spesso associati a un aspetto classico e tradizionale e possono aiutare a creare un’atmosfera di formalità o professionalità. Tuttavia, è importante ricordare che la scelta del font dipende anche dal contesto e dallo scopo del sito web o del progetto di design.

In generale, i font serif possono essere una scelta ottimale per progetti di design formale e tradizionale, ma potrebbero non essere la scelta migliore per progetti più informali o moderni. Inoltre, è importante scegliere un font che sia facilmente leggibile e accessibile per gli utenti.

Esistono diverse tipologie di fonts, anche se possiamo fare una suddivisione generale e dividerli in due categorie: serif e sans serif

esempio di font sans serif

Font Sans Serif

I font sans-serif hanno un aspetto più moderno e minimalista rispetto ai font serif.

I font sans-serif sono spesso utilizzati per i titoli, i loghi e i testi brevi, poiché il loro stile moderno e pulito attira l’attenzione dell’utente e lo aiuta a distinguere facilmente i titoli dai paragrafi di testo.

I font sans-serif sono anche molto utilizzati nei design digitali, poiché sono facilmente leggibili su schermi a risoluzione variabile, come computer e dispositivi mobili.

Alcuni esempi di font sans-serif includono Arial, Helvetica, Verdana, Futura, e Open Sans. Ognuno di questi ha il proprio stile unico, con differenze nella spaziatura, nella forma delle lettere e nella larghezza delle steli.

I font sans-serif sono spesso associati a un aspetto moderno e pulito, ma possono essere utilizzati per creare diverse sensazioni e atmosfere a seconda del loro stile e della loro combinazione con altri elementi di design.

In poche parole, i font sans-serif sono una scelta ideale per i titoli, i loghi e i testi brevi, ma possono anche essere utilizzati per i testi più lunghi se la leggibilità è garantita. È importante scegliere un font che sia coerente con il tono, il tema e lo scopo del progetto di design e che sia facilmente leggibile e accessibile per tutti gli utenti.

esenpio di font script

Inoltre, come detto in precendenza, esistono altre tipologie di font come:

  • Script: i font script sono caratterizzati da lettere legate tra loro e sono spesso associati a un aspetto elegante e formale.
  • Decorativo: i font decorativi sono progettati per attirare l’attenzione e sono spesso caratterizzati da forme insolite o grafiche.
  • Monospace: i font monospace hanno lo stesso spazio tra le lettere, indipendentemente dalle loro dimensioni, il che li rende adatti per codici di programmazione o testo formattato in colonne.
  • Handwriting: i font handwriting simulano la scrittura a mano e possono essere utilizzati per creare un aspetto personalizzato e informale.
  • Display: i font display sono progettati per essere utilizzati in grandi dimensioni, come in titoli e loghi.
  • Condensed: i font condensed hanno una larghezza ridotta e sono spesso utilizzati in spazi ristretti o in layout in cui è necessario risparmiare spazio.

Come scegliere un font

Ora che conosciamo la differenza tra i font, quali aspetti bisogna tenere in considerazione durante la scelta di un font per un sito web? Ecco alcuni aspetti da non trascurare.

Leggibilità

La leggibilità è probabilmente il fattore più importante da considerare quando si sceglie un font per un sito web. Il testo deve essere facilmente leggibile e comprensibile per l’utente, indipendentemente dalla sua dimensione o stile. Ciò significa che il font deve essere scelto in base alla sua leggibilità, anziché alla sua estetica o stile.

In genere, i font serif sono più leggibili per i testi lunghi e formali, come articoli di giornale e libri, mentre i font sans-serif sono più adatti per i testi più brevi e informali, come titoli e sottotitoli.

Coerenza

Un altro fattore da considerare nella scelta dei font per il sito web è la coerenza. Tutti i font utilizzati dovrebbero essere coerenti tra loro, in modo che il sito web abbia un aspetto coerente e professionale.

Inoltre, si dovrebbe cercare di limitare il numero di font utilizzati, preferibilmente scegliendone uno o due per tutto il sito web. L’utilizzo di troppe varianti di font può rendere il sito web confusionario e difficile da leggere.

Accessibilità

L’accessibilità è un fattore importante da considerare nella scelta dei font per un sito web. I font scelti devono essere facilmente leggibili da chiunque, inclusi coloro con problemi di vista.

Ci sono diverse linee guida per l’accessibilità dei font, come il contrasto di colore e la dimensione del font. Ad esempio, i font di dimensioni inferiori a 12 punti possono essere difficili da leggere per alcune persone, mentre un contrasto di colore insufficiente può rendere il testo illeggibile per le persone con problemi di vista.

Stile

Lo stile del font è un fattore importante da considerare nella scelta dei font per il sito web. Il font dovrebbe essere scelto in base allo stile del sito web e alla sua finalità.

Ad esempio, un font più formale potrebbe essere più adatto per un sito web aziendale o di finanza, mentre un font più giocoso potrebbe funzionare meglio per un sito web per bambini o per una comunità online.

Compatibilità

La compatibilità dei font è un aspetto importante da considerare quando si sceglie un font per un progetto di design, in particolare per i progetti web. La compatibilità si riferisce alla capacità del font di funzionare correttamente su diversi dispositivi e browser.

In passato, la scelta dei font era limitata a un numero ridotto di font “web-safe”, ovvero font pre-installati sui computer e che quindi si sarebbero visualizzati correttamente su qualsiasi dispositivo. Tuttavia, oggi ci sono molte più opzioni disponibili, grazie all’utilizzo di tecnologie come i font embeddabili e i font scaricabili.

Per garantire la compatibilità dei font, è importante scegliere un font che sia supportato su una vasta gamma di dispositivi e browser. Alcuni font possono essere visualizzati in modo diverso su diversi dispositivi o browser, il che può influire sull’esperienza dell’utente.

Un modo per garantire la compatibilità dei font è utilizzare servizi di hosting di font, come Google Fonts o Adobe Fonts, che offrono una vasta selezione di font scaricabili e embeddabili, garantendo che il font scelto sia visualizzato correttamente su una vasta gamma di dispositivi e browser.

Inoltre, è importante scegliere un font che sia leggibile e facile da leggere su diversi dispositivi, in particolare su dispositivi mobili. I font troppo complessi o troppo piccoli possono essere difficili da leggere su schermi di piccole dimensioni o su dispositivi con una risoluzione più bassa.

In generale, per garantire la compatibilità dei font, è consigliabile scegliere font web-safe o font scaricabili da servizi di hosting di font, utilizzare formati di file compatibili con diversi browser e dispositivi, e assicurarsi che il font scelto sia leggibile e facile da leggere su diverse dimensioni di schermo e risoluzioni.

Font combination: ecco i tool che possono aiutarti nell’abbinamento dei font

https://fontjoy.com/

https://www.fontpair.co/

https://www.mixfont.com/

E ora che hai un bel pò di informazioni in più sui font e su come sceglierli, non ti resta che iniziare!

condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *